Dove siamo?

Created with Sketch.

ESTERO

La Bulgaria riceverà circa 16 miliardi di Euro per il periodo dal 2014 al 2020, che verranno ripartiti in 9 programmi (occupazione, istruzione e salute, scienze, innovazioni e competitività, trasporti ed efficienza energetica, buona gestione e servizi amministrativi di qualità).

La Bulgaria è situata in una posizione geografica strategica tra Europa ed Asia. Oltre a questo aspetto, la Bulgaria possiede quattro grandi aeroporti, nonché due dei più grandi porti sul Mar Nero.

 I fondamentali macroeconomici della Bulgaria sono solidi e rappresentano anch’essi un valido motivo per la delocalizzazione. Il cambio Euro/Leva è fisso, quindi non soggetto alle variazioni del mercato dei cambi. Il PIL è in forte crescita.

Il costo della manodopera in Bulgaria è fra i più competitivi in Europa, e la qualità della manodopera stessa è alta soprattutto nel campo informatico. La fiscalità in Bulgaria è tra le più favorevoli in Europa, sia per persone fisiche che per società. 

La flat tax del 10% e la presenza di fondi Europei rappresentano altri punti di forza per trasferire  la produzione di beni e servizi in Bulgaria. Inoltre, per delocalizzare in Bulgaria non è sempre necessario spostare la propria residenza fiscale.

Secondo l’ultima indagine della Confederazione bulgara dei sindacati indipendenti, gli occupati nel settore dell’IT sono circa 70.000, di cui 70% uomini. Lo stipendio medio lordo è di 2.700 BGN (1.380 euro), ovvero quasi tre volte lo stipendio medio nel Paese (506 euro, dati Istituto di Statistica).


Varna


Aereoporto, università, pochi concorrenti, porto sul mar nero importante, vie ferroviarie, ecc…

L’immobile che abbiamo scelto è situato vicino il centro di Varna, ed è per questo essere facilmente raggiungibili da fornitori e clienti. La concorrenza è poca e nelle vicinanze sono presenti varie università che possono favorire lo sviluppo della nostra azienda.

Translate »