Dragonara (CH) zona industriale Valpescara, Via P. Nenni n° 308
3284567890
netwareifs@gmail.com

Statuto

Created with Sketch.

STATUTO

NETware S.R.L.


Art. 1: Viene costituita la società a responsabilità limitata denominata “NETware” S.r.l

Art. 2: La società ha per oggetto le seguenti attività: sviluppo di Software, assemblaggio di Hardware e il servizio di cablaggio. Essa potrà inoltre compiere tutte le operazioni commerciali, industriali, mobiliari ed immobiliari, ritenute dall’Amministrazione necessarie od utili per il conseguimento dell’oggetto sociale.

Art. 3: La società ha sede legale ed operativa in via Nenni 308, Dragonara, comune di San Giovanni Teatino (CH).

Art. 4: Il capitale sociale è di euro 100’000,00 suddiviso in quote di euro 20’000,00 per ciascun socio.

Art. 5: La delibera di aumento del capitale sociale può consentire il conferimento di qualsiasi elemento suscettibile di valutazione economica.

Art. 6: I diritti sociali spettano ai soci in misura proporzionale alla partecipazione da ciascuno di essi posseduta.

Art. 7: L’azienda NETware S.r.l. stabilisce che nei primi due anni non si può effettuare la vendita da parte dei soci delle quote in loro possesso. Successivamente ai due anni, in caso di trasferimento delle partecipazioni sociali o di parte di esse per atto tra vivi, a titolo oneroso o gratuito, è riservato a favore degli altri soci il diritto di prelazione.

A tal fine il socio che intende trasferire la propria partecipazione deve darne comunicazione a tutti gli altri soci mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento per ottenere il gradimento.

In caso di esercizio del diritto di prelazione da parte di più soci, questi si dividono la quota offerta in vendita in modo che tra essi rimanga inalterato il rapporto di partecipazione al capitale sociale.

La vendita è subordinata al preventivo gradimento dei soci in ordine all’affidabilità economica dell’acquirente.

La rinuncia al diritto di prelazione, espressa o presunta nel caso di mancata risposta nel termine di sessanta giorni dalla ricezione della comunicazione, consente al socio di cedere liberamente la sua quota esclusivamente al soggetto e alle condizioni indicate nella comunicazione. Il trasferimento deve comunque avvenire entro i trenta giorni successivi alla rinunzia al diritto di prelazione.

Art. 8: Il socio può recedere dalla società nei casi previsti dalla legge. L’esercizio del diritto di recesso deve essere comunicato al registro delle imprese a cura dell’organo amministrativo.

Art. 9: Il socio che recede ha diritto di ottenere il rimborso della propria partecipazione in proporzione al patrimonio sociale, determinato dalla situazione patrimoniale, redditività, valore dei beni materiali e immateriali posseduti, posizione nel mercato e ogni altra circostanza e condizione tenuta in considerazione ai fini del valore di mercato delle partecipazioni della società; in caso di disaccordo la determinazione avviene sulla  relazione giurata, su richiesta della parte più diligente. Il rimborso deve essere eseguito entro centottanta giorni dalla comunicazione.

DECISIONI DEI SOCI

Art. 10: Sono riservate alla competenza dei soci:

1) l’approvazione del bilancio e la distribuzione degli utili;

2) la nomina e la revoca degli amministratori, fatti salvi i diritti riguardanti l’amministrazione della società eventualmente attribuiti a singoli soci;

3) l’eventuale nomina dei sindaci e del presidente del collegio sindacale o del revisore;

4) le modificazioni dell’atto costitutivo;

5) la decisione di compiere operazioni che comportano una sostanziale modificazione dell’oggetto sociale o una rilevante modificazione dei diritti dei soci;

6) la nomina e la revoca dei liquidatori e i criteri di svolgimento della liquidazione;

7) le altre decisioni che la legge riserva in modo inderogabile alla competenza dei soci.

Art. 11: Le decisioni sono assunte dai soci che rappresentano più della metà del capitale sociale, mediante consultazione scritta o consenso scritto dai soci.

Ogni socio non moroso ha diritto di partecipare alle decisioni, e il suo voto va in proporzione alla sua partecipazione.

Per le decisioni che riguardano le modificazioni dell’atto costitutivo, oggetto sociale, diritto dei soci occorre almeno un terzo del capitale sociale.

Art. 12: Norme riguardanti l’assemblea dei soci:

a) L’assemblea può essere convocata anche fuori dalla sede sociale, purché in territorio Italiano;

b) L’avviso della convocazione all’assemblea deve contenere l’ora, il luogo e il giorno, deve essere comunicata almeno 8 giorni prima del giorno stabilito. Le comunicazioni possono avvenire con qualsiasi mezzo che ne consenta di verificare la ricezione;

c) I soci possono farsi rappresentare con delega scritta;

d) Il presidente dell’assemblea controlla il regolare svolgimento di essa e provvede a redigere il verbale;

e) L’ assemblea può avvenire anche in videoconferenza.

Art. 13: Norme riguardanti l’amministrazione:

a) L’amministrazione può essere affidata anche ad un soggetto non socio ed è rieleggibile.

b) L’organo amministrativo resta in carica fino a revoca o dimissioni oppure per la durata stabilita dai soci in sede di nomina. L’amministratore è revocabili in qualunque tempo con decisione dei soci, salvo il diritto al risarcimento degli eventuali danni se la revoca dell’amministratore nominato a tempo determinato avviene senza giusta causa.

c) Gli amministratori non possono assumere la qualità di soci illimitatamente responsabili in società concorrenti, né esercitare un’attività concorrente per conto proprio o di terzi, né essere amministratori o direttori generali in società concorrenti, a meno che siano autorizzati con decisione dei soci. Per l’inosservanza di tale divieto l’amministratore può essere revocato dall’ufficio e risponde dei danni.

Art. 14: L’organo amministrativo ha la facoltà di compiere tutti gli atti che ritiene opportuni per l’attuazione e il raggiungimento degli scopi sociali, può nominare procuratori per determinati atti o categorie di atti.

Art. 15: Gli amministratori hanno la rappresentanza generale della società di fronte ai terzi e in giudizio.

Art. 16:

a) le decisioni sono prese con il voto favorevole della maggioranza.

b) l’amministratore nomina un segretario che redige il verbale.

c) bisogna riunirsi per l’approvazione del progetto di bilancio e non è possibile ricorrere alla videoconferenza.

Art. 17: Agli amministratori spetta il rimborso delle spese sostenute per ragione del loro ufficio; inoltre i soci devono assegnare un compenso annuale pari a euro 30’000,00 più il 15% se gli utili conseguiti sono superiori a euro 100’000,00, nonchè un’indennità di fine mandato, da accantonare in una apposita voce dello stato patrimoniale. L’eventuale compenso dell’amministratore delegato è stabilito dal consiglio di amministrazione contestualmente alla nomina.

ORGANO DI CONTROLLO E REVISIONE LEGALE DEI CONTI
Art. 18: L’organo di controllo è regolato secondo la legge ed esercita anche la revisione legale dei conti.

BILANCIO E UTILI
Art. 19: Gli esercizi sociali si chiudono il trentuno dicembre di ogni anno. L’organo amministrativo provvede alla formazione del bilancio e lo presenta ai soci per l’approvazione entro centoventi giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale.

Art. 20: Dagli utili netti dell’esercizio deve essere dedotta una somma, destinata a riserva legale, La rimanente parte degli utili di esercizio è distribuita ai soci, salva una diversa decisione degli stessi.

RINVIO ALLA LEGGE
Art. 21: Per quanto non espressamente previsto dal presente atto si applicano le norme di legge.

Translate »